IMG_4302Il futuro della ristorazione trevigiana è “rosa”. La finalissima delle taste competition di oggi, sabato 7 giugno a In Fiera con Gusto a Santa Lucia di Piave (TV), si è disputata tra tre aspiranti lady chef: Elisabetta Mazzucco (Ipssar Beltrame), Zaira Ciribolla (Ipssar Beltrame) e Lorella Campardo (CFP Dieffe Valdobbiadene).

La giuria, presieduta dal noto chef trevigiano Armando Zanotto, primo chef RAI d’Italia, e composta da Alberto Resera, presidente di Altamarca e ristoratore, Roberto Donadini, presidente Fisar Treviso, e Gianfranco Pelizzon, responsabile marketing di Ama Crai Est, main sponsor dell’iniziativa, ha scelto il piatto di Elisabetta Mazzucco “Gnocchi all’improvviso”, conditi con pesto e pomodorini e presentati su un letto di olive taggiasche.

Elisabetta, 17 anni, di Nervesa della Battaglia, si è affermata per mezzo punto su Loretta Campardo, 16 anni, di Col San Martino, che ha stupito la giuria con i suoi gnocchi “Crudo con Gusto” (con salsiccia e caciocavallo a crudo) assicurandosi anch’essa un premio perché il verdetto oggi è stato molto combattuto (in palio, due coltelli professionali da cucina messi offerti dall’azienda Brigato di Castelfranco Veneto).

I due terzi dei concorrenti (6 su 15) erano maschi, ma in finale sono arrivate tre ragazze. E donna è la vincitrice di ieri, Sonam Coloschi. Un puro caso o un destino tutto in rosa per la ristorazione di Marca?

«Abbiamo premiato i migliori, e le donne hanno dimostrato in questa occasione di avere una marcia più  – spiega il giurato  Alberto Resera, presidente di Altamarca e ristoratore -. Nei due giorni di gare ho visto molti ragazzi bravi, impegnati, appassionati, creativi. Il mio consiglio? Il buono e il bello devono marciare insieme, ma il secondo non deve mai prevalere sul primo».

Da ristoratore, Resera ritiene queste “prove del cuoco”, in cui gli studenti delle scuole di ristorazione del territorio si mettono in gioco, un’occasioni importante per gli aspiranti chef. «Danno ai ragazzi l’opportunità di confrontarsi con i colleghi, misurare la propria bravura, imparare il self-control, dote utilissima in cucina».

I giovanissimi concorrenti dovevano preparare e servire un piatto sul momento, in poche decine di minuti: decidere cosa preparare, farlo usando il paniere di ingredienti assegnato, cucinarlo e servirlo in tavola, spiegando alla giuria il procedimento e le scelte. I giurati giudicavano tre aspetti: le modalità di espressione, il modo di lavorare e la qualità del piatto, assegnando un punteggio a ciascun aspetto.

 

E un appello è venuto oggi dagli insegnanti degli istituti Alberghieri che hanno accompagnato i ragazzi a In Fiera con Gusto. Un appello a ridare il peso necessario alle ore di insegnamento dedicate alle attività di indirizzo – enogastronomia, sala e vendita, accoglienza turistica – che sono quelle professionalizzanti.

«La riforma della scuola ha comportato per gli Alberghieri una riduzione drastica delle attività di indirizzo a favore delle materie di area comune – ha detto Giuseppe Ingletto, docente di Enogastronomia dell’Ipssar “Beltrame” di Vittorio Veneto -. Siamo passati dalle 16 ore settimanali a 6 che possono diventare 8 grazie al margine di autonomia che hanno i singoli istituiti. Questo taglio comporta una minor preparazione tecnica degli studenti che solo in parte viene recuperata con gli stage. Le ore di laboratorio sono essenziali alla motivazione degli studenti».

Con oggi si sono chiuse le taste competition dell’edizione 2014 di In Fiera con Gusto.

Continueranno ancora per tutta la giornata di domani, domenica 8 giugno, gli show cooking e le demo culinarie.

 

TUTTI I PROTAGONISTI DELLE TASTE COMPETITION DI SABATO 7  GIUGNO

Il tema: la pasta fresca di grano duro

In gara: Federico Furlan (Beltrame), Luca Da Rodda (Beltrame), Cristian Caringella Sirbu (Beltrame), Lorella Campardo (Dieffe), Ajat Drau (Dieffe Berton)

Paniere: Olio Evo Umbro DOP, Sale fino, Pepe granelli, Pecorino Toscano stagionato, Burro, Sale grosso, zucchine, Basilico fresco, Piselli freschi, Pomodori grappolo ramati, Orecchiette, Gorgonzola dolce, Acciughe Crai, Pan Guttiao, Olive taggiasche.

Vincitore: Lorella Campardo (Dieffe Valdobbiadene) con le “Orecchiette alla Mediterranea”

 

Il tema: il risotto

In gara: Francesco Battistuzzi (Beltrame), Elia Tosoni (Beltrame), Farouky Jalil (Beltrame), Zaira Ciribolla (Beltrame), Gianluca Belli (Beltrame)

Paniere: Olio Evo ligure DOP, Sale fino, Pepe granelli, Grana Padano forma riserva 443333, Burro, Sale grosso, Miele italiano Acacia toscano 162297, Formaggio Taleggio DOP 128603, Pancetta Piacentina arr. cop. 220772 affettata, Cipolla bianca, Mele golden, Asparagi Bianchi, Patate italiane, Rosmarino, Salvia, Riso Carnaroli

Vincitore: Zaira Ciribolla (Beltrame)

 

Il tema: la pasta fresca  

In gara: Elisabetta Mazzucco (Beltrame), Riccardo Martorel (Beltrame), Giorgia De Conti (Beltrame), Zivana Radeska (Dieffe Berton), Michael Viale (Dieffe Berton )

Paniere: Olio Evo Toscano DOP IT 296582,  Sale fino, Pepe granelli, Parmigiano reggiano 24m 004895, Coppa Piacentina 132282 affettata, Sale grosso, Montasio fresco 506717,  Tagliatelle lunghe 296632, Patè d’olive 093211, Melanzane, Peperoni, Sgombro Crai 847707, Prezzemolo, Panna fresca, Gorgonzola Piccante 225177

Vincitore: Elisabetta Mazzucco (Beltrame) con Tagliatelle colorate

 

Finalissima

Il tema: Gli gnocchi

In gara: Elisabetta Mazzucco (Beltrame), Zaira Ciribolla (Beltrame), Lorella Campardo (Dieffe Valdobbiadene)

Paniere: Olio Evo Trapanesi IT 296590 750 ml, Sale fino, Pepe granelli, Parmigiano reggiano 24m 004861, Salsiccia calabra DOP  201871, Sale grosso, Pesto crai 076323, Caciocavallo Silano DOP 128520, Olive denocciolate 330324, Porro, Rucola, Pinoli, Aglio, Basilico fresco, Timo fresco, Pomodorini pachino, Gnocchi di patate

Vincitore: Elisabetta Mazzucco (Beltrame)

 

 

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *